Materiali

NANOTEC affronta vari aspetti della ricerca su materiali per applicazioni avanzate. Si svolgono attività di ricerca focalizzate sull’implementazione di processi di crescita di materiali e sullo sviluppo di nuove metodologie sintetiche sia chimiche che fisiche (CVD, MOCVD, PECVD, MBE, pvd, sol-gel, self-assembling, ecc.); attività di ricerca fondamentale hanno lo scopo di comprendere la correlazione processo-struttura-funzionalità in materiali e strutture funzionali, in nanomateriali inorganici, organici e ibridi e in nanocompositi con proprietà elettroniche, magnetiche, ottiche, meccaniche e catalitiche modulabili. Il controllo di tale correlazione ci consente di progettare nuovi sistemi. Oggetto di studio e sviluppo sono pertanto semiconduttori III-V e III-N, leghe a base di Silicio, semiconduttori organici, sistemi molecolari, dielettrici, ferroelettici, piezoelettrici, nanomateriali, cristalli nanocolloidali, materiali bidimensionali e a bse di grafene, monostrati auto-assemblanti e superfici funzionalizzate.

Attraverso queste molteplici attività, NANOTEC sviluppa materiali avanzati che contribuiscono a creare innovazione sociale ed economica.

nanostructures-self-assemblingr

Nanostructures & Self-Assembling

I nanomateriali poichè presentano proprietà meccaniche, elettriche, termiche, ottiche, elettrochimiche e catalitiche straordinariamente diverse dai corrispondenti materiali “bulk”,sono adoperati in settori applicativi diversi, quali medicina, elettronica, catalisi…

Complex and anisotropic fluidsR360

Fluidi complessi ed anisotropi

I cristalli liquidi sono materiali versatili che hanno incredibili proprietà come l’anisotropia ottica, per cui possono essere utilizzati sia come modello per la turbolenza sia come mezzo guida per l’auto-aggregazione di nano particelle e quantum dots…

Latest News

  • Jam session Nanotec… note di scienza su scala nanometrica

    Lecce, 27 settembre 2019 – ex monastero degli Olivetani   “CAR-T: l’alba di una nuova era” con: Attilio Guarini (IRCCS Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” di Bari) introduce e modera: Marco Ferrazzoli (Ufficio Stampa CNR Roma) a cura di: Gabriella Zammillo  

    Le CAR-T (Chimeric Antigens Receptor Cells-T) sono cellule modificate in laboratorio a partire dai linfociti T. Rappresentano una nuova strategia di cura che sfrutta il sistema immunitario per combattere alcuni tipi di tumore come linfomi aggressivi a grandi cellule e leucemie linfoblastiche acute a cellule B. Il prof Attilio Guarini, ematologo all’Istituto tumori Giovanni Paolo II di Bari, le definisce la “vis sanatrix naturae della antica medicina salernitana”, trattandosi del potenziamento dell’attività citotossica dei linfociti del paziente opportunamente ingegnerizzati per riconoscere e contrastare alcuni tipi di cellule tumorali.

    (altro…)
  • Notte dei Ricercatori

    Lecce, 27 settembre 2019

     

    ex monastero degli Olivetani, ore 18:00 – 24:00

     
      Ritorna puntuale la Notte dei Ricercatori, l’evento più atteso dai tanti appassionati di scienza, ghiotti di conoscenza senza distinzione di età. E sempre più densa di contenuti è la partecipazione del @CnrNanotec che, per l’edizione 2019,  ha reso ancora più appetibile il calendario degli appuntamenti programmati all’interno del progetto europeo #ERN-Apulia  coordinato da Unisalento, tracciando un ideale tour tra gli intriganti campi del sapere che si dipana attraverso narrazioni, illustrazioni, laboratori hand-on, dibattiti, giochi per grandi e piccini e rappresentazioni teatrali. (altro…)
  • WELFARE E PARI OPPORTUNITA’

    14-22 ottobre 2019

     

    Science coffee. Tre scienziate si raccontano: Luisa Torsi, Loretta L del Mercato, Eva Degl’Innocenti
    Bari – Fiera del Levante, 20 settembre 2019 – 17.30

    Luisa Torsi, chimica, docente all’Università degli Studi di Bari e alla ABO Akademi University in Finlandia, tra le protagoniste della mostra della Fondazione Bracco .
    Loretta L del Mercato, biotecnologa – Ricercatrice CNR Nanotec. Esperta nell’uso delle nanotecnologie applicate in campo biomedico. Attualmente la ricerca si concentra sullo sviluppo di modelli cellulari di tumore del pancreas che consentano di testare l’efficacia di diverse terapie anticancro. Coordina il progetto ERC-StG “INTERCELLMED” finanziato dal Consiglio europeo della ricerca (Erc).
    Eva Degl’Innocenti, Direttrice MARTA di Taranto