Facilities & Labs

I principali laboratori di P.LAS.M.I. Lab @ Bari sono:

• Cluster High Performance Computing per sostenere il lavoro computazionale di Modellizzazione dei Plasmi ed un database di dati sui processi elementari rilevanti per la modellizzazione cinetica stato-a-stato dei gas ionizzati
• Laboratori di spettroscopia per la diagnostica laser dei plasmi
• Laboratori per la LIBS a singolo e doppio impulso
• Laboratorio per la MWPECVD

Diagnostiche laser dei plasmi

Attrezzature per la rivelazione di atomi/molecole e dei loro stati eccitati:
• Laser Induced Fluorescence (LIF) / Two-Photon Absorption LIF (TALIF)
• Coherent Anti-Stokes Raman Spectroscopy (CARS)
• Cavity Ring-Down Spectroscopy (CRDS)

1. Dye laser a riga stretta (<0.04 cm−1) pompato da Nd:Yag (1064 nm, 532 nm) a riga stretta (<0.04 cm−1) . Dotato di sistemi per la duplicazione e triplicazione di armoniche (200 nm <λ< 980 nm)
2. Dye laser pompato da Nd:YAG (1064, 532 nm). Dotato di sistema di duplicazione e triplicazione di armoniche. Range coperto da (200 nm <λ< 980 nm)
3. Monocromatore dotato di ICCD al nanosecondo e fototubi.

HPC Cluster and Services

Il Cluster di NANOTEC Bari è impiegato essenzialmente per calcolo scientifico, ma include anche un server dedicato al “DB PHYS4ENTRY” che è un “database” pubblico su web di informazioni relative a processi elementari che intervengono nella modellizzazione della cinetica stato-a-stato.

Caratteristiche Tecniche del Cluster:

N° 1 HP SL 250s Gen 8
• Processor: Intel Xeon E5-2695 v2
• RAM: 256 GB
• GPU: N°2 Intel® Xeon Phi™ 5110P
N° 2 HP ProLiant DL160 G6
• Processor: Intel Xeon E5620
• RAM: 16 GB
N ° 1 HP ProLiant DL180 G6
• Processor: Intel Xeon E5645
• RAM: 48 GB
N° 1 HP ProLiant DL160 G6
• Processor: Intel Xeon X5690
• RAM: 48 GB
N° 4 HP ProLiant DL160 G6
• Processor: Intel Xeon X5570
• RAM: 96 GB
N° 2 HP ProLiant DL160 G6
• Processor: Intel Xeon X5650
• RAM: 48 GB

Microwave Plasma Enhanced Chemical Vapor Deposition (MWPECVD)

L’apparato MWPECVD é la principale apparecchiatura di questo laboratorio e include:

*Reattore ASTeX-type
*Porta substrato (diametro=10 cm)
-altezza variabile (60 mm)
– riscaldabile in modo controllato fino a 950°C
* Sistema alimentazione gas
*Sistema da vuoto

*Sistema di raffreddamento a circuito chiuso
*Pirometro IR (Williamson Pro 92 40) a due lunghezze d’onde (2.1 e 2.4
mm) con fibra ottica

*Laser He-Ne (Melles Griot 30 mWatt) a 632.8 nm, misuratore di potenza PM100D e rivelatore al silicio (Thorlabs)
*Generatore di microonde (MW) (2.45 GHz
SAIREM GMP 20KED/RI1325) che lavora in modalità continua e impulsata

*Generatore di impulsi (CENTRAD GF 265, frequency 0.1Hz-10kHz, duty cycle 10-90%).

Il generatore a microonde sostiene scariche elettriche continue e a potenza variabile da 0 a 1950 Watt. Allo scopo di ottenere plasmi pulsati il generatore a microonde è collegato ad un generatore di impulsi di onde quadre nel campo delle audiofrequenze (Hz-kHz). Le scariche pulsate si accendono (Time On) e si spengono (Time Off) periodicamente, in dipendenza dell’audiofrequenza utilizzata.

Spettroscopia LIBS a Singolo e Doppio Impulso

La strumentazione per esperimenti LIBS include:
• 2 Sorgenti laser Nd:YAG con Generazione di Seconda e Terza Armonica
• 3 generatori di impulsi per la sincronia tra i due laser e con il sistema di rivelazione
• Banco ottico e sistemi ottici di deviazione dei fasci
• Sistema di rivelazione fatto da monocromatore e ICCD
• Differenti gruppi ottici per differenti esperimenti ((LIBS, LIF, Stimulated Raman Scattering)
• Camera da vuoto con diverse finestre per spettroscopia
• Camera ad alta pressione con pompa HPLC con diverse finestre ottiche per LIBS
• Oscilloscopi
• ICCD per imaging
• Camera per “shadowgraph imaging”
• Armadi di sicurezza per gas

Pulsed Laser Ablation in Liquid (PLAL)

La strumentazione per esperimenti PLAL include:
• 3 Sorgenti laser Nd:YAG con Generazione di Seconda e Terza Armonica
• 3 generatori di impulsi per la sincronia tra i due laser e con il sistema di rivelazione
• Banco ottico e sistemi ottici di deviazione dei fasci
• Sistema di rivelazione fatto da monocromatore e ICCD
• Differenti gruppi ottici per differenti esperimenti (SP and DP LIBS durante PLAL)
• Camera ad alta pressione con pompa HPLC con diverse finestre ottiche per LIBS e PLAL, per generazione di nanostrutture mediante PLAL
• Oscilloscopi
• ICCD per imaging
• Camera per “shadowgraph imaging”
• Spettrometro in assorbimento
• Vetreria chimica
• Ph-metro

Pulsed Laser Deposition (PLD)

La strumentazione per esperimenti PLD include:

• 1 Sorgente laser Nd:YAG con Generazione di Seconda e Terza Armonica
• 1 generatore di impulsi per la sincronia tra il laser e il sistema di rivelazione
• Banco ottico e sistemi ottici di deviazione dei fasci
• Sistema di rivelazione fatto da monocromatore e ICCD
• Differenti gruppi ottici per differenti esperimenti (SP and DP LIBS durante PLD)
• Camera da vuoto con diverse finestre ottiche per spettroscopia
• Oscilloscopi
• ICCD per imaging
• Camera veloce

.

Latest News

  • Jam session Nanotec… note di scienza su scala nanometrica

    Lecce, 27 settembre 2019 – ex monastero degli Olivetani   “CAR-T: l’alba di una nuova era” con: Attilio Guarini (IRCCS Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” di Bari) introduce e modera: Marco Ferrazzoli (Ufficio Stampa CNR Roma) a cura di: Gabriella Zammillo  

    Le CAR-T (Chimeric Antigens Receptor Cells-T) sono cellule modificate in laboratorio a partire dai linfociti T. Rappresentano una nuova strategia di cura che sfrutta il sistema immunitario per combattere alcuni tipi di tumore come linfomi aggressivi a grandi cellule e leucemie linfoblastiche acute a cellule B. Il prof Attilio Guarini, ematologo all’Istituto tumori Giovanni Paolo II di Bari, le definisce la “vis sanatrix naturae della antica medicina salernitana”, trattandosi del potenziamento dell’attività citotossica dei linfociti del paziente opportunamente ingegnerizzati per riconoscere e contrastare alcuni tipi di cellule tumorali.

    (altro…)
  • Notte dei Ricercatori

    Lecce, 27 settembre 2019

     

    ex monastero degli Olivetani, ore 18:00 – 24:00

     
      Ritorna puntuale la Notte dei Ricercatori, l’evento più atteso dai tanti appassionati di scienza, ghiotti di conoscenza senza distinzione di età. E sempre più densa di contenuti è la partecipazione del @CnrNanotec che, per l’edizione 2019,  ha reso ancora più appetibile il calendario degli appuntamenti programmati all’interno del progetto europeo #ERN-Apulia  coordinato da Unisalento, tracciando un ideale tour tra gli intriganti campi del sapere che si dipana attraverso narrazioni, illustrazioni, laboratori hand-on, dibattiti, giochi per grandi e piccini e rappresentazioni teatrali. (altro…)
  • WELFARE E PARI OPPORTUNITA’

    14-22 ottobre 2019

     

    Science coffee. Tre scienziate si raccontano: Luisa Torsi, Loretta L del Mercato, Eva Degl’Innocenti
    Bari – Fiera del Levante, 20 settembre 2019 – 17.30

    Luisa Torsi, chimica, docente all’Università degli Studi di Bari e alla ABO Akademi University in Finlandia, tra le protagoniste della mostra della Fondazione Bracco .
    Loretta L del Mercato, biotecnologa – Ricercatrice CNR Nanotec. Esperta nell’uso delle nanotecnologie applicate in campo biomedico. Attualmente la ricerca si concentra sullo sviluppo di modelli cellulari di tumore del pancreas che consentano di testare l’efficacia di diverse terapie anticancro. Coordina il progetto ERC-StG “INTERCELLMED” finanziato dal Consiglio europeo della ricerca (Erc).
    Eva Degl’Innocenti, Direttrice MARTA di Taranto

Job Openings