Nano-Biotecnologia

La Nano-biotecnologia mira alla sviluppo di sistemi nanotecnologici per applicazioni biomediche. Gli approcci “bottom-up” e “top-down”, tipici delle nanotecnologie, applicati alla biologia e alla biochimica, portano allo sviluppo di materiali nanostrutturati e dispositivi finalizzati a migliorare diversi campi della ricerca biomedica attuale, quali il Trasporto Biomolecolare, metodi di Imaging avanzati e ad alta risoluzione e la Medicina Rigenerativa. Strumenti di indagine di materiali e superfici prettamente nanotecnologici, se applicati alla biologia, contribuiscono ad aumentare la conoscenza di base sull’auto-organizzazione biomolecolare (come descritto in Biointerfacce) o cellulare (Biologia Cellulare). Nella prospettiva di produrre sistemi diagnostici “point-of-care” e approcci stato dell’arte verso la medicina personalizzata, vengono sviluppati microdispositivi come descritto nelle sezioni Lab on Chip e Biosensoristica&Bioelettronica. Le applicazioni nano-biotecnologiche sono supportate da Modelli, Teoria e Computazione riportati nella sezione Biologia computazionale.

Trasporto Biomolecolare

L’obiettivo principale nel progettare nanosistemi per trasporto di farmaci/molecole è riuscire a controllare il rilascio delle molecole farmacologicamente/biologicamente attive al sito di azione e far sì che…

Biologia Cellulare

L’attività di ricerca di quest’area è trasversale rispetto alle aree disciplinari di Scienza dei materiali, Nanotecnologie e biologia cellulare ed è focalizzata sullo sviluppo ed impiego di nuovi materiali e processi.

Imaging

Presso l’Istituto NANOTEC sono disponibili diverse tecniche per la visualizzazione ad elevate risoluzione di biomolecole, cellule vive e tessuti. Si utilizzano molecole organiche e nanocristalli semiconduttori…

Medicina Rigenerativa

La medicina rigenerativa è una branca della ricerca traslazionale (ingegneria dei tessuti e biologia molecolare) che si occupa di ripristinare o ristabilire la normale funzione di cellule umane, tessuti o organi…

Biointerfacce

Superfici ricoperte e funzionalizzate da biomolecole giocano un ruolo chiave nelle nanobiotecnologie. A NANOTEC studiamo le biomolecole all’interfaccia con tecniche ad altissima risoluzione…

Lab on chip (LOC)

I sistemi Lab on Chip (LOC) sono numerosi e variegati in quanto applicati in ambito biomedico, agro-alimentare e ambientale. Grazie alle migliori prestazioni in termini di velocità, flessibilità, automazione e costi…

immagine_biosensingbioelectronics-copy

Biosensoristica & Bioelettronica

Presso l’istituto NANOTEC, sono in corso diverse attività di ricerca che mirano alla ottimizzazione di una estrema varietà di biosensori in grado di rispondere, da soli o integrati in piattaforme multifunzionali…

Latest News

TERAMETANANO - International Conference on Terahertz Emission, Metamaterials and Nanophotonics

TERAMETANANO - IV ed.

 

Castello Carlo V, Lecce 27 -31 Maggio 2018

 

The IV edition of TERAMETANANO, the International Conference on Terahertz Emission, Metamaterials and Nanophotonics, will take place in Lecce (Italy) from 27 to 31 of May 2019 in the 16th-century Castle of Charles V   with two special nights that will be held in an original Theatre of Roman period.

 

TERAMETANANO is an annual conference that gather physicists studying a wide variety of phenomena in the areas of nano-structuresnano-photonics and meta-materials, with special attention to the coupling between light and matter and in a broad range of wavelengths, going from the visible up to the terahertz.

 

Al via la fase 2 del Tecnopolo per la medicina di precisione

Firmata convenzione tra Regione, Università e Cnr per avvio seconda fase del Tecnopolo

Bari, 27 novembre 2018 

Sottoscritto stamane l’accordo tra Regione PugliaCnr Consiglio nazionale delle ricerche, Irccs Giovanni Paolo II di Bari e Università di Bari per l’avvio della seconda fase del Tecnopolo per la Medicina di Precisione. Sede del tecnopolo, il CnrNanotec.

“La sfida della medicina moderna è tradurre nella pratica clinica gli enormi progressi compiuti dalla scienza e dalla tecnologia. In questo contesto le nanotecnologie, focalizzate sull’indagine e sulla manipolazione della materia a livello nanometrico-molecolare, si presentano come uno strumento potentissimo al servizio della medicina di precisione, la nuova frontiera che punta allo sviluppo di trattamenti personalizzati per il singolo paziente”, afferma  Giuseppe Gigli, direttore di Cnr Nanotec e coordinatore del Tecnopolo.

Link video dichiarazione Massimo Inguscio: http://rpu.gl/uChUl

Link video di presentazione Tecnomed: http://rpu.gl/Qqerm

Link video dichiarazione Michele Emiliano: http://rpu.gl/aJoee

Alessandro Polini, si aggiudica l'LushPrize2018

Alessandro Polini, si aggiudica l'LushPrize2018

Berlino, 16 novembre 2018 

Alessandro Polini , giovane ricercatore presso l’Istituto di Nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Lecce, si è aggiudicato il Lush Prize 2018 categoria 'Giovani ricercatori', il premio che incoraggia le idee che promuovono la sperimentazione non animale.

Il giovane salentino ha visto così gratificare il suo studio basato sull’utilizzo di modelli 'organ-on-a-chip' altamente sofisticati per capire i meccanismi patologici alla base della Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA). Formatosi nel campo delle biotecnologie mediche, bioingegneria e nanotecnologie, anche con importanti esperienze internazionali -dal Lawrence Berkeley National Laboratory in California all'Harvard Medical School in Massachusetts per approdare poi alla Radboud University in Olanda- Alessandro Polini è rientrato in Italia per proseguire gli studi relativi ai sistemi 'organ-on-a-chip' grazie alla piattaforma tecnologica TecnoMED, il 'Tecnopolo di nanotecnologia e fotonica per la medicina di precisione' nato presso il Cnr-Nanotec di Lecce da un progetto finanziato da Regione Puglia, Cnr e Miur...

Comunicato Stampa CNR Intervista ad Alessandro Polini, vincitore del Lush Prize 2018 con il progetto ‘organ-on-a-chip’