Facilities & Labs

L’infrastruttura di ricerca di Lecce consta di oltre 12000 metri quadrati tra laboratori e camere pulite, organizzati in sette facility dove si sviluppano nuove idee per materiali funzionali come ossidi, semiconduttori o biomolecole e la loro applicazione in dispositivi e sistemi di nuova generazione. Le facility Advanced Materials e Chemistry sono dedicate allo sviluppo di approcci bottom-up per la sintesi di nano-materiali; i laboratori denominati Nanofabrication e Devices utilizzano tecnologie avanzate di micro e nanofabbricazione per la trasformazione di questi materiali in dispositivi innovativi. Nel Bio Lab è possibile ingegnerizzare sistemi biologici multifunzionali e manipolare colture cellulari. Completano il sistema la facility Characterization, dove vengono usate le più avanzate tecniche di analisi morfologica/strutturale di materiali e di caratterizzazione di dispositivi, e la facility Photonics per studi ottici ad alta risoluzione.

I principali laboratori di P.LAS.M.I. Lab @ Bari sono:

• Cluster High Performance Computing per sostenere il lavoro computazionale di Modellizzazione dei Plasmi ed un database di dati sui processi elementari rilevanti per la modellizzazione cinetica stato-a-stato dei gas ionizzati
• Laboratori di spettroscopia per la diagnostica laser dei plasmi
• Laboratori per la LIBS a singolo e doppio impulso
• Laboratorio per la MWPECVD

Le attività scientifiche sono focalizzate sulla fisica e la chimica della materia soffice e sulla sua applicazione in sistemi strutturati per micro / nano-ottica / fotonica / fluidica avanzata.
Nuovi materiali nanostrutturati compositi sono realizzati attraverso processi bottom-up e bottom-up / top-down ibridi. Materiali plasmonici, metamateriali e micro / nano materiali strutturati, ingegnerizzati con diversi metodi, sono fabbricati e utilizzati in molti campi: raccolta di energia, nuove piattaforme sensoristiche e bio-medicina.

L’attività di ricerca della sede secondaria di Roma, denominata Soft and Living Matter Lab, si sviluppa intorno agli studi di tissue engineering e medicina rigenerativa, tomografia, biologia quantitativa, meccanica statistica, fotonica, litografia soft, microfluidica, materia attiva, micromanipolazione olografica, microscopia morfologica e ottica, con applicazioni nei settori della salute, dell’ambiente, dei beni culturali, dei dispositivi lab-on-chip, e dell’energia

Facilities @ NanoCheM  sono distribuite su 8 laboratori.

Tre laboratori sono dedicati alla crescita di materiali e lavorazione per mezzo di processi assistiti da plasma: •Graphene and 2D Materials Lab,  •Chemical Vapor Deposition (CVD) Lab,  •Plasma Technologies Lab. Un laboratorio include facilities per la manipolazione di interazioni cellulari con biomateriali:  •Bio Lab. Un laboratorio accessorio è dedicato a •wet chemistry. Gli altri tre laboratori sono dedicati alla caratterizzazione avanzata: •Chemical-Structural,  •Optical and  •Electrical characterizations. Oltre alle attrezzature presenti in questi laboratori ve ne sono disponibili altre presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Bari,  (SEM, XPS, Caratterizzazione chimica, e altri).

Latest News

  • Technology Trasfer in Nanotechnology

    Technology Transfer in Nanotechnology: Challenges and Opportunity

    Lecce, 18/19 ottobre 2018

    CNR NANOTEC c/o Campus Ecotekne

    Si terrà Il 18 e 19 ottobre prossimi, presso la sede del CNR Nanotec di Lecce, il workshop internazionale “Technology Transfer in Nanotechnology: Challenges and Opportunity”,

    (altro…)

  • Nanotechnology Transfer Day

    26 Luglio 2018 – Lecce

    CNR NANOTEC c/o Campus Ecotekne Siglato l’accordo lo scorso maggio tra CNR NANOTEC e Pairstech Capital Management, ha preso il via la collaborazione con PhD TT per la valutazione della ricerca

    (altro…)

  • Disordered serendipity: a glassy path to discovery

    A workshop in honour of Giorgio Parisi’s 70th birthday

    19-21 Settembre 2018 – Roma

    Università La Sapienza

    Con l’occasione della celebrazione del 70-esimo compleanno di Giorgio Parisi, la conferenza “Disordered serendipity: a glassy path to discovery” riunisce a Roma molti tra i maggiori esperti mondiali nel campo dei sistemi complessi. (altro…)

Highlights